Cosa sono i trasporti eccezionali

Per trasporto eccezionale si intende quel tipo di trasporto di mezzi, merci o macchinari su strada che eccedono i limiti di sagoma o di massa stabiliti dal codice della strada.

Generalmente un trasporto eccezionale è lo spostamento di una o più cose non divisibili, le cui dimensioni o peso eccedono quelle stabilite dall’articolo 62 del codice della strada, come ad esempio elementi edili prefabbricati o blocchi di pietra naturale, apparecchiature o moduli industriali, apparecchiature siderurgiche, laminati, barche, macchine edili come ad esempio escavatori, ruspe, pale meccaniche, gru, macchine agricole e di cantiere, trasformatori, caldaie, silos, strutture in legno, ecc.

Si parla anche di trasporto eccezionale nei casi in cui:

 - il carico indivisibile sporge posteriormente oltre la sagoma del veicolo di più di 3/10 della lunghezza del veicolo stesso;

 - pur avendo un carico indivisibile sporgente posteriormente meno di 3/10, hanno lunghezza, compreso il carico, superiore alla sagoma limite in lunghezza propria di ciascuna categoria di veicoli;

 - il cui carico indivisibile sporge anteriormente oltre la sagoma del veicolo;

 - mezzi d'opera definiti all'articolo 54, comma 1, lettera n), quando eccedono i limiti di massa stabiliti dall'articolo 62;

 - con carrozzeria ad altezza variabile che effettuano trasporti di animali vivi;

 - che trasportano balle o rotoli di paglia e fieno;

 - isolati o complessi di veicoli, adibiti al trasporto di macchine operatrici e di macchine agricole.

Ricordiamo tra l'altro che i veicoli eccezionali possono essere utilizzati solo dalle aziende che esercitano l'attività del trasporto eccezionale ovvero in uso proprio per necessità inerenti l'attività aziendale; l'immatricolazione degli stessi veicoli potrà avvenire solo a nome e nella disponibilità delle predette aziende. I trasporti ed i veicoli eccezionali sono soggetti a specifica autorizzazione alla circolazione, rilasciata dall'ente proprietario o concessionario per le autostrade, strade statali e militari e dalle regioni per la rimanente rete viaria.